logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Nicholas Amadasi contro il Paese

Tripletta di vittorie consecutive per il CUS Ad Maiora: battuto il Paese per 13-10

Terzo preziosissimo successo consecutivo del CUS Ad Maiora Rugby 1951, che nella quinta e ultima giornata di andata del girone di playout di serie A ha battuto al centro sportivo Angelo Albonico il Paese per 13-10. Non è stata una bella partita, ma era fondamentale vincere e i ragazzi di coach Lucas D’Angelo ci sono riusciti, Nel primo tempo non hanno sfruttato il vento a favore e per la prima metà si sono espressi sottono. Dal 20′ in poi hanno finalmente messo in atto il loro piano di gioco, spostando il pallone al largo velocemente, e hanno trovato alcune situazioni di superiorità. Dopo i due piazzati di Bombonati, che hanno ribaltato lo 0-3 iniziale firmato dal calcio dalla piazzola di Iannone, gli universitari hanno realizzato la meta con Amadasi (trasformata da Bombonati), che si è sbloccato alla terza gara in maglia biancoblù, finalizzando sull’out di sinistra alla bandierina una bella azione manovrata. L’ala aveva già trovato due-tre “buchi”, sfidando la difesa avversaria.

Nella ripresa i padroni di casa hanno iniziato positivamente, e in tre occasioni hanno gestito bene la palla al largo, vanificando poi tutto con errori di controllo. Il prosieguo non ha però rispecchiato le buone premesse. Alla mezz’ora sugli sviluppi di una touche, i trevigiani sono andati oltre la linea, schiacciando con Gigliodoro la meta della speranza, trasformata da Iannone. Quest’ultimo precedentemente si era infilato con una corsa laterale fra due cussini e aveva mancato la meta per un “in avanti” assolutamente imprevedibile. Gli ultimi 10′ sono stati tutti nei 22 metri locali, e i torinesi hanno arginato gli ospiti, ottenendo dei buoni possessi in mischia e su rimessa laterale, grazie a un Merlino gladiatorio, al suo rientro da titolare. Tutto è bene quel che finisce bene e il CUS Ad Maiora con i quattro punti messi in cascina è salito al secondo posto a quota 13, alle spalle di Udine (16), che ha battuto per 27-12 il Valsugana, e davanti agli stessi padovani (12), al Paese (11), al Lumezzane (10), che ha prevalso per 31-14 sul Valpolicella, e appunto al Valpo (9).

Tabellino:

 

Cus Torino – Rugby Paese 13 – 10  (pt. 4-1)

 

Marcatori: pt. 27′ cp Iannone, 29′ cp Bombonati, 36′ cp Bombonati, 40′ mt Amadasi tr Bombonati. st. 30′ mt Gigliodoro, tr Iannone

 

Cus Torino: Dezzani, Amadasi, Spaliviero, Monfrino Marco, Tinebra, Bombonati, Mantelli (20′ st Tomaselli), Perrone (5′ st Alparone), Merlino, Spinelli (40′ st Toresi), Ursache (cap), Malvagna (1′ st Bandieri), Mattia Racca (35′ pt – 5′ st Martina), Nevio Racca, Friggeri (1′ st Modonutto). A disposizione:  Monfrino Enrico, Fofana. All.: Lucas D’Angelo

 

Rugby Paese: Furlan (35′ st Stella), Riato (30′ st Agnoletto), Bordini, Moro (5′ st Gaiba), Casarin, Iannone, De Rovere, Serrotti, S.Secolo, Dissegna (20′ st Menelle), Caceres, Bernardi (35′ pt – 20′ st Simionato), Zara (cap), Gigliodoro, Deoni. A disposizione: Caeran, Ceccato, Bot. All.:Mario Pavin

 

Arbitro: Stefano Pennè (Milano)

 

Note: Primo Tempo: 13-3. Al piede: us Torino 3/3 (Bombonati 3/3). Rugby Paese

2/3 (Iannone 2/3). Cartellini: 35′ giallo a Racca Mattia (Cus Torino).

 

I Bulls hanno perso all’ultimo secondo (24-29) a San Mauro, dopo un bel primo tempo, concluso in vantaggio per 12-3. Le quattro mete di Biscardi, Notario e Novello, cui si è aggiunta una tecnica (due le trasformazioni di Mosca), hanno comunque garantito alla compagine allenata da Andrea Oliva due punti. L’Under 18 ha fatto il regalo di compleanno al tecnico Wady Garbet, travolgendo a Grugliasco per 43-5 il Biella, con le mete di Ghigo (2), Bartoletti, Reeves Rubinato, Fissore e Sigot e le quattro trasformazioni di Reeves. Sconfitta interna di misura (14-17) per l’Under 16 Elite di Dragos Bavinschi contro il Calvisano, con le mete di Gallo e Morando, trasformate da Bellazzo. L’Under 14, con sei mete per tempo, ha regolato lo Stade Valdotain per 74-0, facendo ruotare ben 24 atleti. Fine settimana di soddisfazioni anche per il Settore Propaganda, che a Vercelli ha vinto tutti i match di tutte le categorie contro Sant’Andrea e Volpiano.

Leave a Reply