logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Si chiude la stagione per il CUS Ad Maiora: domenica ospiterà il Napoli Afragola per tornare in serie A

Mancano solo 80′ alla concretizzazione del sogno della risalita in serie A del CUS Ad Maiora Rugby 1951, che domenica alle ore 14,30 affronterà al centro sportivo Angelo Albonico il Rugby Napoli Afragola, nel match di ritorno dei playoff. All’andata i ragazzi di coach Lucas D’Angelo si sono imposti a Bagnoli per 38-14 e nell’ultimo match cercheranno di raggiungere un traguardo rincorso per tutta la stagione. In Campania ancora una volta è risultato decisivo il vicecapitano Sergiu Ursache, autore di due mete, che hanno fatto salire il suo bottino a 26 marcature.

«Il nostro obiettivo – spiega il terzacentro universitario – era di segnare più punti possibili e alla fine ci siamo riusciti. Sicuramente avremmo potuto fare molto meglio, ma siamo comunque abbastanza soddisfatti. Lucas aveva impostato i nostri allenamenti affinché ci abituassimo a giocare su un campo piccolo come quello che avremmo trovato a Bagnoli. Quando è arrivato il momento della partita, eravamo pronti a fronteggiare tutte le difficoltà. Sapevamo cosa dovevamo fare per vincere e l’abbiamo messo in atto. Gli avversari cercavano in tutti i modi di abbassare i ritmi del gioco e di rallentarci. Siamo rimasti calmi e abbiamo pensato esclusivamente a imporre i nostri punti di forza. In mischia e in touche non c’è stata storia e abbiamo conquistato molti palloni. I locali ne hanno avuto pochissimi e quelli che hanno avuto erano sporchi e difficili da sfruttare efficacemente. Abbiamo anche cercato di allargare la palla e abbiamo trovato dei bei “buchi”. L’ultima meta è stata ottenuta da Dezzani con un’azione dei trequarti che avevamo provato, giocando più verticali e diretti sulla loro difesa. Domenica la strategia sarà diversa e avremo maggiori spazi da utilizzare per le iniziative alla mano».

I tifosi partenopei hanno parteggiato in modo sportivo per i loro beniamini e anche gli ospiti hanno trovato parecchi sostenitori nelle famiglie degli atleti originari da Roma in giù. All’Albonico la speranza è che un pubblico caldo e numeroso possa trascinare i cussini alla promozione. «Sarà la partita più importante dell’anno – afferma Ursache – e mi auguro che venga a seguirci molta gente. Sarebbe bello vedere tutta la tribuna piena, come dovrebbe essere per una squadra che punta alla serie A e ha fatto un campionato sopra le righe. So che c’è molta fibrillazione attorno a questo evento e sono sicuro che sarà una bella festa, sia durante la partita sia dopo. Ce la meritiamo, perché dal 18 agosto ci alleniamo ogni giorno con il massimo impegno. Ancora ho nella testa la retrocessione dello scorso anno e domenica quando l’arbitro fischierà la fine del match spero che le immagini di felicità e le soddisfazioni che ci siamo presi in tutta la stagione prendano il posto di quei brutti ricordi. Sono rimasto a Torino per tornare nel campionato che ci compete e ora il momento che attendiamo da mesi sta arrivando. Manca più soltanto una gara».

L’intero weekend biancoblù sarà di grande significato e infatti sabato a San Mauro il Settore Propaganda, dalle 15 alle 17, e l’Under 18, dalle 18 alle 19, parteciperanno al “Memorial Max Spagnoli”, in ricordo di un uomo che ha dato lustro, come giocatore e come tecnico, alle società cussina e sanmaurese.

Leave a Reply