logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Sfida contro la Pro Recco domenica all’Albonico per l’Itinera CUS Ad Maiora

Sarà il futuro a dire se il risultato del derby sarà stata la svolta della stagione dell’Itinera Cus Ad Maiora Rugby 1951. Per ora il successo per 31-10 dei ragazzi di coach Lucas D’Angelo sul campo del TKGroup Rugby Torino è stato una notevole dimostrazione di competitività e ha permesso un bel passo avanti in classifica. «Mi è piaciuto molto – spiega il tecnico – il modo in cui la squadra ha gestito la partita. L’atteggiamento difensivo è stato molto positivo, tutti si stanno impegnando molto per migliorare su questo fronte. Siamo stati efficaci, riuscendo a placcare avanzando. In fase di conquista ci siamo espressi molto bene, sia in mischia sia in touche». Domenica alle ore 15,30 gli universitari ospiteranno al centro sportivo Angelo Albonico la Pro Recco (arbitro Lorenzo Imbriaco di Bologna), che ha perso le tre gare finora disputate:«I liguri stanno cambiando molto e di solito in frangenti come questi subentrano i problemi. Diciamo anche che a volte fra una vittoria e una sconfitta le differenza è minima. A parte la prima partita a Piacenza, nelle altre due la Pro ha sempre conquistato il bonus e ciò significa che è allo stesso livello delle altre compagini».

Finora la Sitav Lyons è stata superiore alle concorrenti e guida la classifica a punteggio pieno a quota 15. Alle sue spalle ci sono il CUS Genova (10), il TKGroup (9), l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” (6), l’Itinera (5) e appunto la Pro (3). «I giochi sono ancora aperti – afferma D’Angelo – ed è fondamentale vedere quale sia la reazione di una squadra davanti a una sconfitta. In un girone come il nostro nessuno può stare tranquillo. Domenica ci attenderà un Recco affamato di punti, che ha giocatori che sono abituati a vincere e a uscire dalle difficoltà. La società sa come rimboccarsi le maniche e lavorare. Avremo una partita insidiosissima. Siamo ancora alla ricerca del nostro rugby offensivo e dobbiamo progredire molto in quella direzione, per automatizzare il sistema e riuscire a metterlo in atto nel corso del match. Ci vuole tempo per crescere».

Anche le biancoblù guidate da Wady Garbet e Davide Notario sono state protagoniste di una buona prestazione e hanno tenuto testa alle tre volte campionesse d’Italia del Valsugana. «È stata una partita gradevole da vedere – racconta Garbet – e, se la confrontiamo con quella disputata contro il Colorno, abbiamo giocato un buon rugby. In alcuni tratti siamo anche stati superiori a loro, che però hanno capitalizzato la loro maggiore organizzazione. Abbiamo pagato i moltissimi falli commessi. In mischia chiusa siamo stati superiori, mentre in touche abbiamo sofferto e abbiamo subìto alcune mete di maul. Il ritmo è stato alto da entrambe le parti e le ragazze hanno dato tutto. In fase di costruzione siamo stati efficaci, purtroppo alcuni errori individuali hanno vanificato la buona riuscita delle azioni». Il campionato rimarrà ora fermo per un weekend. «Alcune delle nostre atlete parteciperanno al concentramento di Coppa Italia, essendo in prestito al Monti. La prossima settimana tornerà normale, con la preparazione del match di domenica 29 ottobre in casa del Verona».

I Bulls di Dragos Bavinschi e Francesco Narcisi, nella quarta giornata di serie C, domenica alle 15,30 faranno visita al Rho. L’Under 18 territoriale di Luis Otaño, Manuel Musso e Sergiu Ursache ospiterà alle 11 a Grugliasco il Moncalieri. L’Under 16 Elite di Nicolas Epifani e Roberto Modonutto riceverà alle 13 il TKGroup nel derby. L’Under 14 di Alberto Carbone e Paolo Martina aprirà il weekend agonistico sabato alle 16,30 a Moncalieri.

Leave a Reply