logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Netta vittoria del CUS Ad Maiora sull’Alghero (42-14). Le ragazze battute dal Colorno (0-27)

Un clima e un sole primaverili hanno caratterizzato la bella giornata al centro sportivo Angelo Albonico, in un’atmosfera di festa e con i bambini che si divertivano sui gonfiabili e sulle giostre. Molti i sorrisi, cui ha contribuito anche la squadra senior, che ha sconfitto nettamente (42-14) la capolista Amatori Alghero, nel quinto turno di serie B.

I ragazzi di coach Lucas D’Angelo sono stati protagonisti di un’ottima partita, con un primo tempo in cui hanno segnato tre mete e tre calci e un secondo in cui hanno difeso a lungo con grande applicazione ed efficacia, limitando al minino i pericoli e riuscendo comunque a colpire altre due volte. Pronti, via e i cussini hanno subito avuto a disposizione un piazzato che al 1′ il 18enne George Reeves ha fallito di poco. Il vantaggio è arrivato comunque al 4′, grazie a un drop di Bombonati. Al 7′ e all’8′ i biancoblù non hanno sfruttato due touche da posizione favorevole. Gli ospiti, al 16′, hanno iniziato a premere, su azione innescata da una touche, e sono andati in meta con Peana all’ala. L’esperto Marco Anversa, allenatore e giocatore, ha trasformato (3-7). Al 20′ Reeves, con un piazzato a bersaglio, ha accorciato le distanze. (6-7) e tre minuti dopo Bombonati ha firmato il sorpasso con un drop ottimamente calibrato (9-7).

Al 26′ Alessio Lozzi è scattato in velocità e con un calcetto si è portato la palla avanti, procurandosi una rimessa laterale. Proprio dalla touche si è sviluppata un’azione alla mano che è stata finalizzata al largo da Reeves (14-7). Ancora Lozzi è partito in progressione ed è stato fermato. Alla mezz’ora gli universitari hanno ancora manovrato palla e Sergiu Ursache ha superato la linea difensiva avversaria, accentrandosi per schiacciare in mezzo ai pali. Agevole l’addizionale di Reeves (21-7). La meta di Ceglia al 34′, trasformata da Anversa, ha rimesso in carreggiata gli isolani (21-14). Il CUS è tornato in attacco e al 37′, su un’avanzata di Lorenzo Novello, Ursache ha commesso “in avanti”. Il vicecapitano si è riscattato al 38′, su una touche servita da Nevio Racca, ricevendo l’ovale da capitan Andrea Merlino e correndo a realizzare. Reeves al piede ha siglato il 28-14. Al 41′ l’Alghero non è riuscito a concretizzare un’opportunità su touche e si è andati al riposo così.

La ripresa si è aperta al 4′ con Merlino che ha rubato una touche nella sua metà campo e ha permesso ai compagni di riportarsi in avanti. Nel prosieguo i sassaresi hanno premuto in prevalenza e i padroni di casa hanno esibito una retroguardia ermetica nei loro 22 metri. Al 19′ il giovane Gregory Sacco, altro classe 1996, ha operato un intercetto nella sua metà campo e ha sprintato verso la meta, prima di passare il pallone al coetaneo Reeves per la trasformazione (35-14). I cussini hanno continuato a difendere benissimo, avanzando il loro baricentro quando ne hanno avuto l’occasione. Allo scadere la capolista è rimasta in 14 per il cartellino giallo comminato a Lupi e prima del fischio conclusivo, su una touche ai 10 metri, Merlino ha messo il suo sigillo sul risultato. Reeves, da posizione decentrata, ha completato la sua bellissima prestazione (42-14). I biancoblù sono così saliti a 16 punti e sono terzi con il VII, alle spalle di Biella (19) e CUS Milano (17).

Sempre all’Albonico la squadra femminile di serie A ha tenuto testa alla leader Colorno, perdendo per 27-0, punteggio troppo severo per quanto si è visto sul terreno di gioco. Wady Garbet e Antonio Campagna hanno schierato Piovano, Pantaleoni (27′ st Di Guida), Giulia Bruno (14′ st Alice Tombolato), Sarasso, Sandra Guaia (3′ st Guerreschi), Rochas, Salvati (19′ st Francesca Guaia), Gai, Sparavier (14′ st Beckers), Scotto, Belloli (Maietti 21′ st), Masera, Salvatore, Hu (27′ st Pagano), Zini (3′ st Barbara Tombolato). Esordio per la 16enne Alice Tombolato. Il coach parmense Cristian Prestera ha risposto con Barbieri, Verini, Cioffi (14′ st Morra), Bonaldo, Fontanella (27’st Pippa), Madia, Violi, Sberna (35′ st Caci), Boledi, De Rossi (20 st Ippolito), Valverde (1′ st Gelsomina Bruno), Tunesi (27′ st Merli), Giacomoli (38′ st Cornia), Campanini, Appiani (27’st Ranieri). Ha diretto Daniele Vagnarelli di Milano.

Il Colorno ha sbloccato il risultato al 3′ con una meta di Bonaldo (0-5) e, dopo due belle iniziative di Violi e Barbieri e Fontanella, ha ampliato il margine con Tunesi, servita da Madia (0-10). Al 22′ Bonaldo è partita dalla sua metà campo ed è stata placcata da Bruno. Al 24′ Beckers, olandese con passaporto belga e a Torino per motivi di studio, che aveva sostituito temporaneamente Sparavier per sangue, è stata ammonita e il CUS è rimasto in inferiorità. In 14 le locali hanno giocato curiosamente meglio, tenendo le avversarie costantemente lontane dai loro 22 metri. Tornate in parità numerica, le biancoblù hanno subìto al 38′ la terza meta di Madia, trasformata da Barbieri (0-17).

Nel secondo tempo all’8 Bonaldo ha resistito a due placcaggi e ha realizzato (0-22), poi c’è stato moltissimo CUS, che per un buon quarto d’ora ha premuto le ospiti nei loro 22. Notevole la mole di lavoro, non concretizzata in punti per i troppi errori nei momenti decisivi. Appena le ospiti hanno riassunto il controllo non hanno perdonato. Seppur con un’atleta in meno, per l’ammonizione di Barbieri, Madia ha preso palla ed è andata via senza trovare opposizione, fissando il punteggio finale (0-27). Ancora un bonus per il Colorno, che continua la sua cavalcata in testa alla classifica. I Bulls di serie C, guidati da Dragos Bavinschi, a Grugliasco hanno retto piuttosto bene l’onda d’urto dell’Amatori Novara, uscendo sconfitti per 36-17.

Sul fronte giovanile, l’Under 16 Elite di Nicola Compagnone e Roberto Modonutto ha ceduto in casa per 11-10 al Lecco. Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio per 10-3, con due mete non trasformate di Riccardi e Mazzucco, i torinesi hanno subìto nella ripresa un piazzato e una meta non trasformata, che li hanno costretti alla sconfitta. Vani gli sforzi profusi nel finale per ribaltare la situazione. L’Under 18 territoriale di Roberto Marchiori e Manuel Musso ha perso in trasferta con il Rivoli per 12-8, con una meta di Gurlan e un piazzato di Mastrodonato. L’Under 14 di Vittorino Tosatto, Sergiu Ursache e Paolo Martina ha prevalso nettamente sul Rivoli per 50-7.

Leave a Reply