logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

L’Under 18 dell’Itinera CUS Ad Maiora batte il Biella (27-20) nella semifinale di andata dei playoff per l’Elite. L’Under 8 vince a Piacenza il 34° Torneo Marco Sanfelici

È iniziata bene la semifinale dei playoff per salire in Elite per l’Under 18 dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951, che al centro sportivo Angelo Albonico ha battuto per 27-20 il Biella Rugby Club. Il ritorno sarà a Biella domenica prossima alle ore 12,30. I padroni di casa, guidati da Luis Otaño, Sergiu Ursache e Manuel Musso, hanno dato fiducia al XV composto da Bartoletti, Edoardo Denunzio (17′ st Bellazzo), Gallo, Bussolino, Bernardini, Vernero, Morea, Brum Dutra, Pavone, Roberto, Piacenza, Gurlan, Speranza (12′ st Manieri), Ilucas, Parlanti Garbero (30′ st Bellazzo). A disposizione Cosentini, Cavallaro, Vittorio Denunzio, Tarchiani. Aldo Birchall, sul fronte laniero, ha schierato Galfione, Lamagna (24′ pt Macchniz), Chambriard, Boraso (14′ st Sarlo), Addaris (36′ st Sacchi), Marcuccetti, Martinetto, Baldassi, Protto, Mouchtaki, Destro (10′ st Bottura), Simone Caruso, Lanza, Morandini (10′ st Salussolia). In panchina Delpiano, Andrea Caruso. Ha diretto Vincenzo Smiraldi di Torino.

Avvio fulmineo degli ospiti, che al 2′ hanno organizzato una bella azione alla mano che ha coinvolto Boraso, Galfione e Lamagna. L’ala è scattata a cannone e con uno slalom conclusivo, che ha trovato impreparati i cussini, è finito in meta (0-5). I biancoblù sono parsi in difficoltà, tenuti ancora sotto pressione dagli avversari, che però hanno compiuto un errore di controllo. Edoardo Denunzio ha intercettato all’altezza dei suoi 22 metri difesivi, è partito in velocità e non si è fatto più raggiungere, arrivando a depositare l’ovale oltre la linea (5-5). I locali hanno continuato a essere intraprendenti alla mano, costringendo i gialloverdi nella loro metà campo. Al quarto d’ora, su una touche ai 5 metri, la maul conseguente è stata finalizzata da capitan Gurlan (10-5). Al 18′ Vernero è stato ammonito per placcaggio alto, lasciando i compagni in inferiorità numerica. Il Biella ha scelto di piazzare da quasi metà campo e Marcuccetti non ha inquadrato i pali. Subito dopo Lamagna è andato via palla in mano e Bartoletti è stato bravissimo a placcarlo. Al 21′ Bernardini ha intercettato in difesa e ha sprintato fino in meta, ma l’arbitro aveva già fischiato per fuorigioco. Al 25′, su una touche in zona difensiva, il direttore di gara ha sanzionato un’alzata anticipata ai cussini, concedendo una punizione al Biella, che l’ha battuta rapidamente, innescando l’iniziativa che ha portato in meta Protto. Marcuccetti, da posizione centrale, ha inquadrato i pali con l’addizionale, riportando in vantaggio i suoi (10-12). Il punteggio non è più cambiato fino all’intervallo.

Nel secondo tempo l’Itinera ha esordito con l’attitudine giusta e ha spinto, sugli sviluppi di una touche vinta. Al 3′ la palla in uscita da una maul è stata concretizzata da Speranza per il nuovo sorpasso. Alla trasformazione di Vernero, perfetta come direzione, è mancata solo la forza (15-12). All’8′ Roberto ha rimesso ai 5 metri dalla linea laterale per Brum Dutra. La maul non è avanzata, ma la palla fuori è stata recapitata a destinazione da Ilucas (20-12). Il Biella non c’è stato e al 17′ ha accorciato le distanze con Marcuccetti dalla piazzola (20-15).

Ancora quattro minuti e una segnatura di Sarlo ha pareggiato i conti (20-20). In realtà l’atleta è sembrato non schiacciare, ma l’arbitro ha convalidato. Bellissima la reazione del CUS, che al 24′ ha capitalizzato una splendida intesa alla mano fra Gallo, Pavone e Bartoletti per tornare in testa. Bellazzo ha calciato splendidamente la trasformazione, siglando il 27-20. Il Biella ha provato a rifarsi sotto e al 33′ è rimasto anche con l’uomo in più, per il cartellino giallo esibito a Gallo per non aver rispettato i 10 metri. I torinesi si sono difesi bene e, sul tentativo al piede dei ragazzi di Birchall di guadagnare l’ultima touche, è arrivato il fischio conclusivo, che ha sancito la meritata vittoria dell’Ad Maiora. A Grugliasco si è svolto anche un triangolare di Nuove Leve, rivolto alle classi 2003 e 2004, che comporranno nella prossima stagione l’Under 16, e il Cogoletò & Province dell’Ovest ha preceduto l’Asr Milano e il CUS Torino.

Il Settore Propaganda cussino era impegnato nel 34° Torneo Internazionale “Marco Sanfelici”, organizzato a Piacenza dai Rugby Lyons, e ha trionfato nella categoria Under 8. I torelli nel girone hanno superato per 4 mete a 2 il Piacenza, 7-0 il Seregno e 7-0 il Cogoleto 1. Nei quarti hanno dominato per 7-0 l’Elephant Gossolengo e in semifinale hanno prevalso per 6-5 sul Colorno. In finale il pareggio per 2-2 con lo Junior Asti ha assegnato il primo posto a pari merito. Le due squadre Under 10 si sono piazzate quarta (1-1 con l’Asr Milano, 7-2 sul Collegno, 7-0 sull’Aosta, 2-1 sullo Junior Badia, 1-1 con lo Junior Asti e 4-2 sul Piacenza) e quinta. L’Under 12 ha ceduto per 4-2 all’Asr Milano e per 4-2 al Piacenza. Nel prosieguo ha vinto per tre volte, per 4-3 sullo Stade Valdotain, 3-0 sui Lyons e 3-1 sul Seregno, e perso l’ultima, classificandosi settima. L’Under 6, su quattro partite, ne ha vinte due, pareggiata una e persa una.

Leave a Reply