logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Cus Under 16 Brum Dutra in azione

L’Under 16 domina le Province dell’Ovest

Continua lanciata la corsa dell’Under 16 del CUS Ad Maiora Rugby 1951 verso il campionato Elite. I ragazzi allenati da Dragos Bavinschi e Roberto Modonutto battono per 43-5 le Province dell’Ovest in un match mai in discussione. I biancoblù schierano Tarchiani (5′ st Bellazzo) estremo, Morando e Asvisio (11′

st Cusolito) ali, Sardella (22′ st Cravero) e Gallo centri, Vernero (20′ st

Bernardini) apertura, Morea mediano di mischia Brum Dutra, Zanini (16′ st

Piacenza) e Fiandanese terze linee, Falletto e Grimaldi seconde linee, Gurlan e Massaro (26′ st Vaiano) piloni e Roberto tallonatore (16′ st Fois). Replicano gli ospiti con Dianti estremo, Donati (12′ st Largo Rodriguez) e Ricchebono (12′

st Rappa) alle ali, Ortoneda e Fracchiolla ai centri, Cosmelli e Bilardi (17′ st

Paganelli) in mediana, Pesce, Guidetti e Piccolo in terza linea, Romano(5′ st

Civardi) e Fernandez (1′ st Ferraris) in seconda e Borgagni (17′ st Colella), Alcivar e Barbieri in prima. A disposizione Ghinello. Arbitra Paolo Boni della sezione di Torino.

Passano solo 3′ e i cussini sono già in vantaggio. Il merito è di capitan Brum Dutra che sfrutta velocità e potenza e s’infila mirabilmente in mezzo alla difesa avversaria. Fiandanese trasforma per il 7-0. Al 12′ è Bilardi a portare lo scompiglio nelle fila locali, peraltro senza esito. Brum Dutra al 13′

guadagna metri e scarica su Asvisio, ma le Province fanno buona guardia. Ancora un minuto e Vernero finalizza un’ottima azione, prima di trasformare (14-0). Una bella iniziativa di Barbieri al 17′ viene fermata da Falletto. Il tecnico Massimiliano Pesce è encomiabile e non fa mai mancare una nota d’incoraggiamento ai suoi ragazzi. Il CUS riprende il controllo con un’intesa fra Brum Dutra, Zanini e Falletto e con un’avanzata prepotente di Gurlan. Sono le prove generali della meta di Brum Dutra, che al 25′ avanza, serve Morando e, quando il compagno viene placcato, subentra per andare a schiacciare. La trasformazione di Vernero colpisce la traversa (19-0). Al 28′ il protagonista è Gallo, che va in percussione, evita un placcaggio di Dianti e realizza. L’addizionale di Vernero fa 26-0. Il margine potrebbe aumentare ancora se proprio allo scadere Gallo, dopo aver scambiato con Falletto, non venisse stoppato a un metro dalla linea.

Scatta la ripresa e i bianconeri paiono più volitivi. Ci provano con una maul e, non riuscendo a sfondare, allargano il gioco. Al 3′ Ortoneda imbecca Fracchiolla, che finisce in meta (26-5). Lo stesso Ortoneda, Borgagni e Dianti al 7′ confezionano una manovra che meriterebbe miglior sorte e invece si arena contro la difesa locale. Al 10′ Gallo parte come un treno e dalla difesa risale fino a centrocampo, dando il “la” alla penetrazione che si chiude con la meta di Cusolito al 13’Bellazzo al calcio imita Vernero e centra la traversa (31-5). È lui stesso al 15′ a innescare il solito inarrestabile Gallo, che deposita in mezzo ai pali e gli consente un’agevole trasformazione (38-5). L’ultimo sigillo spetta a Brum Dutra al 19′ (43-5), per la tripletta che bissa quella di sette giorni fa contro il Mantova. Le Province dell’Ovest non si abbattono e cercano fino al termine di rendere meno severa la sconfitta. Non riescono nel loro intento, ma dimostrano di aver compreso perfettamente quello che deve essere il messaggio sportivo: impegnarsi al massimo e uscire dal campo a testa alta.

A fine gara coach Bavinschi accoglie con soddisfazione la confortante prestazione dei suoi:«Abbiamo lavorato bene tutta la settimana, sapendo che i nostri avversari sarebbero stati in grado di esprimersi bene alla mano. Ci siamo preparati per salire con la difesa in modo aggressivo e togliere loro spazio. Ha funzionato e infatti abbiamo subìto soltanto una meta. La squadra si sta gradualmente amalgamando e si nota che il gioco d’insieme sta crescendo, anche se c’è ancora lavorare sotto questo aspetto. Ho apprezzato anche la bella reazione di chi è partito dalla panchina. Prima della partita ho detto ai ragazzi di ricordarsi dell’insegnamento del Giappone, che ha battuto il Sud Africa nella Coppa del Mondo, e di sentirsi un po’ tutti samurai. Mi hanno esaudito, confermandomi di essere un gruppo unito. Ognuno si è messo a disposizione e ha dato il suo apporto determinante».

Al Lungo Tanaro di Asti l’Under 18 di Wadi Garbet e Manuel Musso batte per 19-13 il Monferrato nell’andata dello spareggio per rimanere in Elite, al termine di una sfida equilibrata. Il primo tempo va in archivio sul 13-13, con due mete cussine di Gallo e un piazzato di Carosso. Nel secondo fanno la differenza due punizioni di Mastrodonato. Doppio match per le seniores a Brescia, nell’ambito delle celebrazioni per il quarantennale dello scudetto dei lombardi. I padroni di casa festeggiano al meglio e superano nettamente le squadre guidate da Lucas

D’Angelo e Massimo Mamo, lasciando loro parecchi spunti di riflessione.

Leave a Reply