logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

L’andata termina con il botto per il CUS Ad Maiora, che espugna Sondrio per 55-22

Anche l’ultima giornata del girone d’andata in serie B ha regalato buone notizie al CUS Ad Maiora Rugby 1951, che ha dominato in trasferta il Sertori Sondrio, battendolo per 55-22. Coach Lucas D’Angelo ha schierato Amadasi estremo, Sacco (27′ pt Morabito) e Lozzi all’ala, Bianco, all’esordio da titolare, e Reeves (35′ st Martina) ai centri, Bombonati apertura, Mantelli (27′ st Campagna) mediano di mischia, Ursache (30′ st Polla), Merlino e Spinelli (30′ st Fatica) in terza linea, Perrone e Toresi in seconda, Modonutto e Novello (19′ st Nicita) piloni e Racca tallonatore. A disposizione Piras. I lombardi hanno risposto con Robba, Zampelli, Rotella, Marco Schenatti, Gobbi, Grillotti, Luca Schenatti, Corrado Della Cristina, Sole, Silvestri, Moretti, Ciapponi, Paruscio, Fabrizio Della Cristina, Azzalini. A disposizione Amonini, Pedrazzini, Duca, Varisto, Volontè, Guizzardi, Di Clemente. Ha diretto Stefano Roscini di Milano.

Dopo 7′ gli universitari son passati in vantaggio con Perrone e Reeves ha trasformato (7-0). I padroni di casa hanno accorciato le distanze su punizione (7-3). Nel corso del primo tempo sono finiti in meta anche Sacco e Racca e in entrambe le occasioni è andata a bersaglio l’addizionale di Reeves, che ha inquadrato i pali anche su piazzato. Prima dell’ultimo calcio il Sondrio era riuscito a realizzare e dunque a metà gara il punteggio era di 24-10 per gli ospiti. Nella ripresa sono riusciti a schiacciare oltre la linea anche Ursache e, dopo una meta locale, Amadasi, con Reeves sempre preciso a trasformare e ad aggiungere tre punti su piazzato (41-17). La terza segnatura degli avversari (41-22) non ha arrestato la marcia della capolista, che nel finale ha incrementato il bottino con capitan Merlino e Lozzi e le trasformazioni di Bombonati (55-22).

I cussini hanno dunque confermato la loro notevole prolificità offensiva, conseguenza di fasi statiche solide, che consentono la conquista di parecchi palloni, e di una capacità di sfruttare, attraverso la velocità dei trequarti, le opportunità favorevoli per fare la differenza. In classifica al giro di boa i ragazzi di D’Angelo conducono a quota 45, con sei lunghezze sul Piacenza, che  ha travolto il Cogoleto & Province dell’Ovest per 73-5, dieci sul VII, netto vincitore sull’Amatori Capoterra per 65-26, e undici sul Biella, che non ha lasciato scampo all’Amatori Capoterra (51-31). Nel campionato di serie C erano impegnati anche i Bulls, che in casa della dominatrice Amatori Novara hanno ceduto per 57-0.

Leave a Reply