logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

La Maschile fa suo il derby. Vittorie anche per la Femminile e i Bulls

Il 2020 non poteva iniziare in maniera migliore per le squadre dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951. Andiamo con ordine e partiamo dalla Maschile di serie A, che questo pomeriggio era attesa da un sentitissimo derby contro il Settimo Rugby Torino TK Group. Dopo un match molto duro a spuntarla sono stati i cussini che si sono imposti 10-7 portando a casa una vittoria d’oro che ha permesso ai ragazzi di coach Lucas D’Angelo di consolidare il quinto posto in graduatoria a quota 29 punti e di accorciare sulle prime della classe, Settimo compresa. Senza ombra di dubbio è stato un incontro molto combattuto, come storicamente ci hanno insegnato le sfide tra queste due compagini. Ad avere la meglio è stata la squadra che si è dimostrata superiore nella manovra del gioco praticamente per tutto l’arco dell’incontro. Settimo, dal canto suo, ha avuto la meglio in mischia, ma la difesa eretta da Merlino e compagni ha fatto ancora una volta la differenza. A passare in vantaggio nel primo tempo è stata la squadra ospite con una meta di Arrigo trasformata da De Razza per il momentaneo 0-7 che dura un paio di minuti prima della risposta dell’Ad Maiora Rugby firmata Cruciani e trasformata da Facundo Columba. Sul punteggio di perfetta parità, 7-7, si arriva all’intervallo. Nel secondo tempo le squadre fanno più fatica e a decidere il match, alla fine, è un calcio piazzato sempre di Columba che si rivela decisivo ai fini del risultato. Termina, dunque, sul 10-7 questo combattuto derby torinese.

“Sapevamo la forza dei nostri avversari, specialmente in mischia, e non è un caso – dichiara coach Lucas D’Angelo – che molti punti che sono riusciti a portare a casa in questa stagione li hanno ottenuti grazie alla loro capacità di ottenere metri proprio con le mischie. Loro, infatti, hanno avuto la supremazia in mischia chiusa in questa gara. Noi, però, siamo stati molto bravi a sporcare i loro possessi, di conseguenza siamo riusciti ad arginare la loro grande qualità in questo fondamentale. Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi perché hanno giocato una gara di grandissima intensità. Abbiamo cercato di fare un gioco più espansivo e ci siamo riusciti molto bene nella prima frazione. Nella seconda, invece, ci siamo contratti e la gara non è stata intensa come nei primi 40’. L’importante era vincere perché quest’anno il campionato non permette troppi passi falsi. Giocare con la prima in classifica del momento non era facile, ma siamo riusciti a portare a casa punti pesanti. Sono molto contento di come abbiamo difeso. Loro sono riusciti ad andare in meta con un calcio incrociato ben eseguito e ben visto, ma per il resto siamo riusciti ad arginare alla perfezione il loro gioco. L’apice della soddisfazione, poi, l’abbiamo raggiunto nei minuti finali quando Settimo ha deciso di andare in touche con l’ultimo pallone a disposizione, non accontentandosi di un calcio piazzato, e noi siamo riusciti ad arginare qualsiasi tipo di iniziativa difendendoci con rande ordine e determinazione”.

Trionfo anche per la Femminile di serie A che, sempre all’Albonico, ha avuto la meglio su Treviso imponendosi 15-7. Era uno scontro salvezza ed era importante vincerlo e così è stato. Le ragazze di coach Pietro Salino con questo successo salgono al quinto posto a quota 13 punti, a pari merito con Capitolina quarta. “Sicuramente è stata una partita giocata ottimamente dalle ragazze – afferma coach Pietro Salino – perché siamo riusciti a imporre il nostro gioco. Tutto lo staff è molto soddisfatto. Le nostre avversarie sono state aggressive fino all’ultimo minuto, ma la nostra difesa ha retto con grande compattezza. Adesso abbiamo raggiunto il quinto posto, entrando ufficialmente in zona salvezza, e prepareremo il prossimo match che ci attende. Tra due  settimane, infatti, giocheremo contro Valsugana, avversario molto ostico, ma cercheremo di guadagnare almeno il bonus difensivo”.

Questa domenica, poi, è speciale anche per un altro motivo. I Bulls di serie C, sul difficile campo del Cuneo Pedona Rugby si sbloccano ufficialmente portando a casa la prima vittoria in stagione. Il match è terminato 29-19.

Queste le parole del secondo allenatore, Filippo Bianco, al termine della gara: “Siamo molto felici per questo primo risultato positivo, ma come non ci facevamo influenzare da una serie di sconfitte allo stesso modo la nostra mentalità non cambierà dopo questa vittoria. Sicuramente è un successo importante per tutti i ragazzi, meritato dopo tanti mesi di duro lavoro. Non è facile trovare un gruppo così unito e coeso. Siamo una grande famiglia e nonostante le numerose difficoltà incontrate, soprattutto dal punto di vista dei risultati, gli allenamenti sono sempre stati fatti con grande costanza e intensità. Il nostro obiettivo, come già detto alla vigilia di questa gara, è mantenere la categoria, di conseguenza dovremo ottenere altre vittorie per raggiungerlo. Dovremo farci trovare pronti da metà febbraio in poi, fisicamente, mentalmente e tecnicamente”.

Week-end ricco di soddisfazioni anche per le Giovanili impegnate. Sabato l’Under 16 ha affrontato il Settimo, tra le mura amiche, e si è imposta 33-14. La gara disputata era la finale di ritorno del campionato Under 16 (fase pre Élite). Con questo successo hanno chiuso il torneo da imbattuti. Anche l’Under 18 Élite ha giocato all’Albonico contro l’Asd Rugby Milano uscendo sconfitta per 22-34, ma mostrando grande carattere durante tutto l’arco del match. Sono riusciti a mantenere la giusta lucidità nonostante le tre mete subìte a breve distanza l’una dall’altra. Sono riusciti, così, a diminuire il gap nel punteggio rendendo la sconfitta meno netta. Dulcis in fundo, l’Under 18 femminile ha chiuso al primo posto il concentramento regionale a Cusago, battendo il Monza in finale con il punteggio di 50-10.

Leave a Reply