logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

Gianmarco Perrone contro il Valpolicella

Il CUS Ad Maiora batte il Valpolicella (23-17) e tiene aperta la porta salvezza.

Un CUS Ad Maiora Rugby 1951 indomito supera al centro sportivo Angelo Albonico il Valpolicella per 23-17, conquista cinque punti pesanti e tiene aperto il discorso salvezza in vista dell’ultima giornata. Di grande sacrificio e generosità la prestazione dei ragazzi di coach Lucas D’Angelo, a fronte di una mischia in notevole emergenza. In una bella giornata primaverile, ad accogliere le due squadre in campo sono gli Sbandieratori del Gerbido della Città di Grugliasco. Si parte e gli ospiti capitalizzano la loro superiorità in mischia e mettono sotto pressione gli universitari. Al 7′ Failla fallisce una punizione. Subito dopo lo stesso estremo, De Leo e Stefani costruiscono un’azione ficcante, che viene però fermata dalla difesa avversaria. La linea arretrata tiene bene e al 14′ i biancoblù si riversano in attacco. Sugli sviluppi di una touche, l’ovale esce e Bombonati ispira Dezzani, che trova un ottimo corridoio per andare in meta (5-0). Al 21′ su una mischia veronese ai 5 metri l’arbitro rileva gli estremi per concedere una meta tecnica, che Failla trasforma (5-7). Nel prosieguo si vede più Valpo, ma i padroni di casa sono bravi a reggere l’urto. Il finale di tempo è loro e al 38′ un’intesa fra Amadasi e Perrone manda in meta Lozzi, che fissa il parziale all’intervallo (10-7).

I veneti cominciano la ripresa a tamburo battente e al 3′ De Leo finalizza con una bella corsa una multifase insistita. Failla è preciso al piede ed è di nuovo sorpasso (10-14). Il CUS, però, è sempre vivo e al 6′ sfrutta a dovere un fallo dei rivali. Bombonati calcia in touche a 15 metri dalla linea e la rimessa di Racca viene arpionata da Merlino. La maul prova ad avanzare, poi sull’ovale in uscita il CUS gioca largo alla mano e Tomaselli segna la prima meta con la nuova maglia (15-14). La situazione si ripete al 17′ e questa volta è Dezzani ad andare a bersaglio (20-14). L’Ad Maiora tiene ottimamente il campo e non si fa chiudere da un Valpolicella che ha bisogno di rimontare. Passa la mezz’ora e nel giro di un paio di minuti prima Perrone e poi Merlino “rubano” in modo provvidenziale due touche sui loro 5 metri difensivi. I locali possono ripartire e al 39′ Bombonati piazza in mezzo ai pali, togliendo alla Valpo il bonus difensivo (23-14). In pieno recupero un calcio di Failla riconquista il punto. A vincere è comunque il CUS Torino, che sale a quota 20 in classifica. Nelle altre partite il Valsugana espugna Lumezzane per 21-10 e il Rugby Udine s’impone per 34-17 sul Paese. Udine va dunque a 29, il Valsugana a 28, il Lumezzane a 25 e il Valpolicella a 23. Chiude il Paese a 12.

Tabellino:

CUS Torino v Valpolicella Rugby 1974 23-17 (pt. 5-1)

Marcatori: p.t. 14′ m. Dezzani (5-0); 21′ m. tecnica, tr. Failla (5-7); 38′ m. Lozzi (10-7); st. 3′ De Leo, tr. Failla (10-14); 6′ Tomaselli (15-14); 17′ m. Dezzani (20-14); 39′ cp. Bombonati (23-14); cp. Failla (23-17).

CUS Torino: Dezzani, Amadasi (27 st Tinebra), Spaliviero, Marco Monfrino, Lozzi, Bombonati,  Tomaselli, Perrone, Merlino, Spinelli (27′ st Alparone), Ursache (cap.), Malvagna (4′ st Fatica), Bandieri (30′ pt Novello), Nevio Racca (37′ st Martina), Modonutto. A disposizione: Mantelli, Enrico Monfrino. All.: Lucas D’Angelo

Valpolicella 1974: Failla, Saccomani, Baldi, Disetti, De Leo, Damoli, Stefani (13′ st Zardini), Matteo Filippini (13′ st Righetti), Mozzato (20′ st Simoncelli), Previato (cap.), Mattia Filippini, Nicolis, Momi, Ferraro, Ferrari. A disposizione: Compri, Persi, Carraro, Fierro, Magrulli. All.: Mirco Bresciani

Arbitro: Francesco Russo (Milano)

Assistenti: Francesco Commone (Napoli) e Ruggero Rho (Milano)

La squadra femminile di serie A travolge per 78-0 in trasferta il Chicken CUS Pavia, con quattro mete di Romano, tre di Belloli, una a testa di Hu, Monica Bruno, Salvatore, Sandra Guaia ed Ertola e nove trasformazioni di capitan Rochas. Netto successo anche per i Bulls, che a Grugliasco nei playout di serie C non lasciano scampo all’Ivrea (36-0). Due mete di Cassardo, una ciascuno di Miotti e Polla e tre trasformazioni di Notario chiudono il primo tempo sul 26-0. Nel secondo la compagine di Andrea Oliva incrementa il bottino con le segnature di Timo e Mariut.

L’Under 18 di Wady Garbet batte il Biella per 22-3, con mete di Gallo, Mastrodonato e Reeves, autore anche di due trasformazioni e un piazzato. In settimana aveva recuperato il match in trasferta contro il Cuneo Pedona, imponendosi per 69-10, con due mete di Bussolino, Ghezzo, Sacco e Bartoletti, una a testa di Vetturini, Denunzio e Fissore e sette trasformazioni di Reeves. L’Under 16 Elite di Dragos Bavinschi cede per 43-10 al Viadana. Mete di Brum Dutra e Fiandanese per i cussini, che subiscono il ritmo e la fisicità bresciana. Due i cartellini gialli a Speranza e Bernardini. L’Under 14 vince anche ad Acqui Terme per 21-7 (tre mete a 1, tutte trasformate), facendo giocare ben 24 ragazzi. Al 28° Torneo Memorial Amatori a Parma, forte della partecipazione di ben 32 società, il Settore Propaganda piazza l’Under 6 al terzo posto, l’Under 8 al sesto e l’Under 12 al tredicesimo.

 

Leave a Reply