logo itinera spa
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : £0.00
View Cart Check Out

Articoli CUS Ad Maiora Rugby

CUS Ad Maiora, tutti i numeri di un’annata trionfale

Con la meritatissima promozione in serie A, nei playoff ai danni del Rugby Napoli Afragola, si è conclusa una stagione trionfale per il CUS Ad Maiora Rugby 1951, che in 24 partite complessive ha ottenuto 20 successi e quattro sconfitte (nelle quali ha sempre conquistato il bonus difensivo), totalizzando 99 punti in classifica, con una media di 4,125 a partita. I ragazzi guidati da coach Lucas D’Angelo e dal suo vice Roberto Marchiori hanno segnato 842 punti (745 nella regular season e 97 nei playoff), ovvero 35,08 a match, e ne hanno subiti 343 (329 + 14), 14,29 a gara, per una differenza di 499 punti.

In tutto le mete sono state 116 e sono state realizzate da 23 uomini diversi. Il metaman è stato il terza linea Sergiu Ursache, con 26, seguito dall’ala Alessio Lozzi (18), dall’ala Alberto Dezzani (10), dall’estremo Nicholas Amadasi e dall’ala Gregory Sacco (7), dal seconda linea Edoardo Toresi (6), dal tallonatore Nevio Racca (5), dal terza linea Andrea Merlino, dal seconda/terza linea Gianmarco Perrone, dal mediano di apertura/centro George Reeves e dal seconda/terza linea Piergaspare Spinelli (4), dall’ala/centro Federico Ferrari (3) e dall’ala/centro Gian Mattia Cisi, dal seconda linea Stefano Fatica e dal mediano di mischia Elia Mantelli (2).

A quota 1 sono il terza linea Alessandro Alparone, l’apertura Luca Bombonati, il pilone/tallonatore Paolo Martina, l’ala/mediano di mischia Giuseppe Morabito, i piloni Adriano Nicita e Lorenzo Novello, il terza linea Giorgio Polla e il centro Umberto Spaliviero (1). Il conteggio è completato da tre mete tecniche e una di maul. A marcare più punti è stato Reeves, che alle 4 mete ha sommato 71 trasformazioni e 21 piazzati, per un totale di 225 punti. Alle sue spalle Ursache (130), Lozzi (90), Bombonati (62, frutto, oltre alla meta, di 15 trasformazioni e 9 punizioni), Dezzani (50), Amadasi e Sacco (35) e Toresi (30).

D’Angelo ha schierato 26 atleti nel XV titolare, con un’età media di 21,31 anni e complessivamente ne ha convocati 36 (età media 22,33 anni), impiegandoli tutti. Come si evince dai numeri, il tecnico italo-argentino ha dato ampio spazio alla linea verde, mandando in campo i 18enni Andrea Campagna (mediano di mischia), Stefano Pavone (terza linea) e Reeves, i 19enni Cisi, Lozzi, Sacco e Matteo Trovato (pilone) e i 20enni Samuele Bianco (centro), Morabito, Novello, Perrone e Racca.

Il più presente dal primo minuto è stato Racca (23 incontri), seguito da Modonutto, Novello e Ursache (22), Amadasi, Bombonati, Perrone e Sacco (21), Reeves (20), Fatica, Lozzi, Mantelli e Toresi (18), Merlino (16), Spinelli (13), Ferrari (11), Spalivero (10), Polla (9), Dezzani (8), Bianco e Campagna (6), Alessandrini (5), Cisi, Martina e Nicita (3) e Alparone (2).

Conclusi gli impegni della prima squadra, nel weekend saranno protagonisti i ragazzini, che disputeranno in Francia il 45° Tournoi de la Ville de Chambery. Sabato giocherà il Settore Propaganda cussino, che presenterà in gara un’Under 6, due Under 8 e Under 10 e un’Under 12, e domenica toccherà all’Under 14. Prima, però, domani, al centro sportivo Angelo Albonico, dalle ore 17, ci sarà la festa di fine anno della sezione rugby, con un torneo a compagini miste e la cena tutti insieme.

Leave a Reply